• Pubblicata il:
  • Autore: Cristal
  • Categoria: Racconti etero
  • Pubblicata il:
  • Autore: Cristal
  • Categoria: Racconti etero

Occhi verdi a Bologna

Ciao sono Cristal, una ragazza giovane, solare e molto espansiva. Vi racconto un incontro che ho avuto l'anno scorso, con un uomo che non ho mai dimenticato. Lo chiamerò occhi verdi... lui era alto, moro, spalle larghe, occhi molto espressivi e un sorriso accattivante che mi ha conquistata. Quel giorno lo conosciuto tramite alcuni amici, eravamo ad un compleanno di una amica in comune. Abbiamo fatto aperitivo insieme e dopo l'aperitivo siamo andati a ballare... in discoteca tra un sguardo e l'altro lui si è avvicinato a me, mi ha offerto da bere e cosi ci siamo fermati a parlare, lui era cosi intelligente e seducente, mentre parlava io restavo affascinata, lo ascoltavo ammirando ogni suo singolo particolare. Finito il drink lui prende i bicchieri vuoti e li appoggia sul bancone del bar dopo di che mi prende per mano e mi porta in pista a ballare... balliamo insieme e mentre ballavamo sento il suo desiderio crescere tra le sue gambe, lui mi sfiora i fianchi fino ad arrivare sul mio fondoschiena...mi tocca stringendomi a sé, ahhh si ora sentivo per bene il suo desiderio... ci baciamo e in quel bacio richiudevamo un mondo intero, pochi minuti ma cosi intensi e pesanti... indimenticabile... aveva le labbra carnose e la sua lingua era la porta del peccato... in quel momento ho desiderato che l'avessi tra le mie grande labbra... mi bagno le mutandine e capisco che quella sera l'avrei finita con lui. Torniamo nel gruppo della festeggiata nostra amica, tra uomini, donne, trans i nostri sguardi restavano fissi l'uno sull'altro... verso le 4 lui mi chiede se poteva accompagnarmi, gli dico di si, ero in macchina con altri amici perciò gli avviso e torno da lui, salutiamo tutti e ci incamminiamo verso la macchina, arrivati alla macchina lui mi apre la portiera, ma prima che salissi mi prende per il braccio e mi bacia ancora, stavolta più ferocemente, c'era più passione e desiderio. Lo stringo e lui infila la mano sotto il mio vestito, arrivando dove la mia voglia era esplosa tra le mutande bagnandola tutta! Sento le sue dita sfiorarmi il clitoride e prendendolo dal polso spingo la sua mano dentro la mia voglia... ahhh si, mi baciava il collo e mi faceva sua... il modo in cui mi prendeva e mi toccava era cosi deciso e possente... rallentiamo e saliamo in macchina altrimenti saremo finiti per fare l'amore li nel parcheggio. Andiamo in un hotel perché entrambi vivevamo in città diverse e lontane, perciò decidiamo di fermarci quella sera in hotel. Arrivati li lui inizia a spogliarmi, scoprendo pian piano ogni centimetro della mia pelle, mentre lo faceva mi baciava e sfiorava... Mi accompagna a letto e mentre mi sdraio lui si spoglia, appena lo vedo nudo scopro la meraviglia sotto i vestiti, torace, braccia, gambe, addominali... ma soprattutto.. il suo cazzo... ahhhh siiii... era enorme...! Cosi virile, grosso e lungo, era semplicemente perfetto! Completamente in tiro, con una cappella bella lucida...! Mi sale sopra, mi bacia ancora e poi scende a baciarmi tra le gambe, il mio desiderio si era realizzato, ora avevo la sua lingua tra le mie grande labbra, faceva movimenti lenti e circolari, con una lieve pressione sul clitoride... Non ci è voluto molto e sono venuta tra le sue labbra, non riuscivo a resiste ancora... Lui contento del suo operato vedendomi ansimare, affannare e tremare... mi penetra... ahhh sento un brivido nella pancia nel sentire il suo cazzo entrarmi fino in fondo, scivolava cosi bene ed era cosi grosso... mi riempiva completamente. Mi stringo a lui e lo tiro verso di me, stringo le gambe intorno a lui... lo volevo tutto, lo volevo mio! Dopo alcuni minuti lui lo tira fuori e mi vieni sulla pancia... ma resta duro... ed ecco che lo rimette dentro, stavolta girandomi e mettendomi a pecora! Mi ha scopata per tutta la notte, fino all'alba... in piedi, sotto la doccia, ovunque... è stata una serata memorabile e unica! Dopo quella sera però non ci siamo più rivisti ne sentiti, ma darei qualsiasi cosa pur di rivivere un'altra serata come quella a Bologna.

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!